Lo state vedendo? Lo state sentendo?

Lo state vedendo?

Lo state sentendo?

Gradualmente, e forse, per sempre,  dalla Terra se ne stano andando alcune frequenze, tipi e forme di energie. La spaccatura della realtà visibile in due schieramenti è sempre più evidente. Nei piani sottili è già un baratro. Il baratro si sta allargando, si prende ciò che è suo.

Nel primo scenario, pesante, stanno “mangiando” la gente, senza vergogna. La maggioranza prova una spiccata mancanza di luce, di positività, di emozioni gioiose, di felicità.

Con ciò la gente da sola, volontariamente, OGNI GIORNO sta scegliendo questo scenario. Da sola si sta aggrappando a queste condizioni di vita, da sola si sta aggrappando al proprio karma – così odioso, così amato.

 

Nelle città formicai la maggioranza è sotto un enorme stress, le manca terribilmente l’energia fisica e psichica. Le megalopoli sembrano i reparti psichiatrici dove si stanno svolgendo gli esperimenti di massa sui pazienti.

Molti sentono la pressione di questa cupola che infonde la dipendenza, l’impotenza, la paura. Ogni senso è perduto, mentre pochi sono riusciti a diventare loro stessi un punto di appoggio. La maggioranza vive nello stato tradizionale “speriamo bene” che ogni tanto si trasforma in altrettanto tradizionale “vaffan”, stati dai quali, storicamente, non è mai nato nulla tranne “oh czz”.

 

Eppure non mancano le energie positive e pulite.

La Terra è avvolta dai flussi di alte vibrazioni, ma nemmeno chi “vede” riesce a sentirlo perché si sta svolgendo un grande e oscuro lavoro di blocco e troncatura di questi flussi. Tutte le grandi città a livello sottile sembrano coperte  di nuvoloni-cupole o di “coperchi” piatti: viola, marrone o grigio scuro.

 

La forza delle eggregore oscure è grande, si sta lavorando alacremente, un lavoro di sostituzione e discredito dei veri valori e vere conoscenze. La posta in gioco è alta; si tratta dell’esistenza stessa di certe forze in questo strato della realtà, dove non devono più stare.

Tutte le strutture di potere giorno e notte  fanno credere di fare un grandissimo lavoro per il bene dell’umanità e di ogni singolo uomo tanto caro a loro.

 

Sono due anni che il Saturno  con pazienza e calma sta scoprendo ciò che è stato nascosto, e sta dividendo il mondo in due parti: coloro che credono alle cure proposte e coloro che vedono la loro vera essenza.

 

Autunno-inverno 2021-2022

 

Ci sono due novità, una bella e una brutta.

La bella novità: la maggioranza di coloro che riusciranno a passare al secondo scenario, attraversando la Transizione, saranno più forti, saggi, consapevoli. Scossi lo saranno tutti, e a volte sembrerà di vedere la fine.

Non credeteci, non è la realtà, è l’illusione della realtà, fatta male e male gestita. La vostra connessione con lo Spirito, la fermezza, l’equilibrio, l’armonia e fortuna sono interamente nelle vostre mani. Interamente. Ricordatelo.

La brutta notizia è che molta gente che si trova in uno strato negativo della realtà non passerà la transizione, che potrà essere molto pesante. Il mondo della globalizzazione capitalistica sta morendo tra molte sofferenze, pericolosamente, cercando di portarsi via coloro che permettono di essere agganciati. Tutti i media servono questo mondo. Un mondo crudele, arcaico, costruito sullo sfruttamento, sull’oscurità, manipolazioni, dittatura non ha più posto nella nuova era. Sta arrivando un’altra forma, un altro sistema alla cui base ci saranno altri valori ed altra etica, i principi della comunicazione consapevole (dharma) e non forzata (karma), con l’informazione trasparente.

 

Dovete sapere una cosa molto importante. Il Saturno non è un nemico, è uno strumento e ora sta costruendo per ciascuno uno scenario necessario per il risveglio, per l’uscita dallo strato della realtà negativo. È uno strumento di Dio. Se lo accettate come Maestro e non come un torturatore avrete una chance.

O il dharma o il drama. E’  la condizione che lui pone, la sua volontà, il suo gioco. Il Gioco di Dio. Continuate a giocare o levatevi dal palcoscenico.

 

Le “ondate” della “piandemia”. La pressione del transito di Saturno alla società ora aumenta ora diminuisce, e ciò spiega  le “ondate” della tensione e degli orrori, e i periodi di tregue. In generale, la piandemia come strumento della prima tappa ha esaurito il suo compito. Stanno arrivando le nuove leve di pressione, i nuovi modi di manipolazione. Ma in primavera le energie cambieranno, e questo è importante.

 

Ora ognuno sta portando il proprio karma individuale più una parte di quello collettivo, quella parte che è capace di reggere sulle proprie spalle. Ci sono coloro che non sono in grado di portare nemmeno il proprio karma, pesando agli altri. In autunno-inverno alla gente dal primo scenario potrebbero servire molte medicine, moltissime medicine, la legna e le stufe per riscaldarsi, le bombole di gas, gli ospedali, le code e i QR-code per accedere a cibo. In questo scenario è possibile lo stacco di internet, di elettricità, di riscaldamento, i blocchi dei prodotti di prima necessità.

Sono possibili i cataclismi artificiali ma di tipo “naturali”, le inondazioni, gli incendi, i conflitti e le guerre. Lo scopo di tutto ciò è uno solo: la vostra PAURA, la vostra docilità

 

Che cosa è cambiato  in 30 anni, dallo scorso transito (maha-transito) di Saturno?

La gente, la coscienza, l’inconscio collettivo sono stati portati, cinicamente, strategicamente, miratamente, nel Matrix delle dipendenze primitive. La gente si è abituata alle dipendenza di base: i medicinali sintomatici, i vaccini come arma biologica, i prodotti chimici e sintetici, i liquidi avvelenati, tutto “subito”, “comodo”, “semplice, “100% naturale”; gli slogan del degrado. Senza parlate delle dipendenze zombizzanti: i gadgets, i giochi, i social, la TV, i media, la moda.

Si è riusciti con l maggioranza, e le forza d’inerzia è molto grande.

Ora molti non riescono  a riconoscere queste verità, ed è ancora più difficile accettarle. Si dovrà fare un detox, una rottura, un risveglio e far passare la sbornia – tutta roba non facile.

 

(ALEKSEY SHAMANOV)

 

Related Articles